DEPILAZIONE LASER

Il laser e la luce pulsata intensa (IPL) sono ad oggi le metodiche più vantaggiose per il trattamento dell’ipertricosi: veloci, poco dolorose, sicure, efficaci e affidabili. 
Sia il laser che la luce pulsata intensa producono un danno irreversibile al follicolo, evitando che il pelo ricresca nuovamente.

Laser e IPL non sono esattamente lo stesso strumento, ma la differenza fra i due interessa soprattutto l’operatore. Il risultato finale è il medesimo.

Come si svolge

Il fascio di luce emesso dallo strumento viene selettivamente assorbito dal bulbo pilifero, ricco di melanina. Decine di bulbi vengono contemporaneamente colpiti dal fascio di luce e mentre una parte di essi viene immediatamente distrutta (10-15%), una parte rallenta la ricrescita. Poiché sia il laser che l’IPL agiscono efficacemente sui bulbi dei peli in fase di crescita attiva (pre-anagen e anagen), è necessario più di un trattamento per bruciare i bulbi che non sono ancora giunti in questa fase. 

Indicazioni

Ipertricosi

Controindicazioni ed effetti collaterali

E’ tassativo evitare di sottoporsi a lampade abbronzanti o a raggi solari per almeno 15-20 giorni dopo la seduta laser o IPL ed è importante presentarsi alla seduta senza abbronzatura residua. Fra un trattamento e l’altro la depilazione mediante ceretta o pinzette potrà essere effettuata solo entro i 15 giorni che precedono la seduta, mentre non crea problemi la depilazione con creme o rasoio.

Subito dopo il trattamento può presentarsi un leggero arrossamento e si può avvertire un lieve bruciore; nella maggior parte dei casi scompaiono entrambi nell'arco di qualche ora. Occasionalmente possono presentarsi piccole bolle sterili che successivamente esitano in croste e che vengono riassorbite in 15-20 giorni. Il trattamento è in genere ben tollerato.

 

Consigli

E’ importante applicare la crema consigliata dopo il trattamento.

Per quanto riguarda l'esposizione al sole, ci si potrà esporre a distanza di 15-20 giorni.