Cell_culture_(HeLa_cells)_(261_16)_Cell_culture_(HeLa_cells)_-_metaphase,_prophase.jpg

BIORISONANZA

La biorisonanza è un metodo diagnostico che si avvale di un apparecchio capace di leggere lo stato di salute dei vari organi e le eventuali intolleranze dell’organismo.
Si basa sui principi della bioenergetica, secondo la quale il corpo è un insieme di campi magnetici sui quali possono influire determinate sostanze.

Il test, assolutamente non invasivo, si effettua con un apparecchio munito di due elettrodi, della forma e dimensione di una penna. Uno è posto nella mano del paziente; l’altro viene invece premuto in precisi punti della pelle. In tal modo è possibile misurare le differenze di potenziale elettrico fra le varie zone del corpo, significative di eventuale patologia.
Nel macchinario sono presenti le frequenze di numerose sostanze chimiche, fisiche ed alimenti, nonché agenti patogeni il cui campo magnetico influisce su quello del corpo. La risposta del corpo viene rilevata dalla macchina come variazione del potenziale sulla pelle.
Durante il test vengono registrate tutte le reazioni prodotte dal corpo del paziente, così da stilare un quadro diagnostico generale capace di dare conto di eventuali problemi di salute riferiti ai singoli organi, spesso ancora non manifesti, e restituire informazioni circa l’alterata tollerabilità a determinati alimenti.
A partire dalle informazioni così ottenute, è quindi prescritta una terapia omeopatica o fitoterapica, mirata e personalizzata.